Ci chiamano bambine

postato in: Alla moda | 0

Quando diciamo che gli anni 90 sono tornati, sono tornati sotto ogni aspetto, da quello sportivo della tuta da ginnastica, a quello casual dei mom jeans, a quello più giocoso del cerchietto. Il cerchietto è uno di quegli accessori che ha saputo reinventarsi, adattandosi allo spirito del tempo: ecco che questo accessorio, indiscusso protagonista della nostra infanzia-adolescenza, si ispessisce, diventa maxi e si posa sui capelli conquistando lo streetstyle e l’alta moda, come Prada che lo ha portato in passerella in sette diversi colori. Se da ragazzine ci metteva un po’ in imbarazzo perché faceva tanto prima comunione e -ammettiamolo- faceva venire il mal di testa, adesso è divertente e irrinunciabile. Che poi il padded headband, vero nome di questo mega cerchietto imbottito, nella sua versione bombata somiglia di più ad un cappellino anni 60 leggermente bon ton, qualcosa che sta tra l’accessorio per i capelli e il copricapo. Può sembrare una frivolezza ma incornicia il viso e gli dona grazia, ci tiene ferma (forse!) la frangia quando andiamo controvento, è la soluzione lampo quando non sai come agghindare i capelli: il dramma della chioma sciolta/raccolta ce l’hai ben presente vero? Potreste collezionarli in diverse tonalità (colori primari e colori secondari, tinte tenue e tinte forti), e in diversi materiali (raso, cotone, velluto) e con le applicazioni (perline, strass, pietre, brillantini).

 


Immagini prese da Pinterest.

Lascia un commento